Al via in Friuli il Piccolo Festival dell’Animazione 

La rassegna internazionale di cortometraggi d’autore apre il 12 dicembre a Trieste con una retrospettiva di uno dei massimi interpreti dell’arte del disegno animato: Chris Landreth, vincitore dell’Oscar per il cortometraggio d’animazione nel 2005 con Ryan, dedicato all’artista di culto canadese Ryan Larkin.

Studio Tommaseo e Teatro Miela di Trieste sono due delle location culturali d’eccellenza del Friuli Venezia Giulia – insieme a Cinemazero di Pordenone, Visionario di Udine, Cinecity di Lignano e Dobialab di Dobbia di Gorizia – che accoglieranno il Piccolo Festival dell’Animazione.

L’iniziativa, giunta quest’anno alla sua nona edizione, ideata da Vivacomix con la direzione artistica di Paola Bristot e main sponsor il festival sloveno Animateka, torna dunque per mostrare al pubblico la migliore produzione d’autore di cortometraggi animati provenienti da tutto il mondo: un cinema “invisibile”, ricco e variegato, e che vive ingiustamente ai margini della programmazione cinematografica delle sale italiane.

Dieci eventi che, a partire dal 12 dicembre, saranno occasione per il pubblico di scoprire stili, generi e narrazioni che fanno dell’animazione analogica e digitale una della realtà di sperimentazione e innovazione tra le più effervescenti e ricche di questi anni.

Oltre ai film in competizione, raccolti nella sezione Competition Program, ci sono i film per i più piccoli e per i ragazzi, sezioni AnimaKIDS, e le opere prodotte da autori nostrani, sezione Animazioni Italiane, oltre a una speciale selezione di film con un’originale relazione tra la musica e le immagini, sezione Visual&Music. Tutti i film potranno essere votati dal pubblico in sala e i vincitori saranno proclamati il 29 dicembre presso il Visionario di Udine.

Tanti gli autori ospiti, chiamati a presentare le loro opere in concorso e a dialogare col pubblico, e l’ospite d’onore, quest’anno appunto Chris Landreth. Oltre a incontrare il pubblico, Landreth condurrà una masterclass per gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Venezia e per gli studenti delle scuole superiori di secondo grado di Trieste al Cinema Ariston.

Pagina Facebook

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *